Partiamo subito con le due paroline magiche per fare in modo che questo sogno si avveri: fibraottica.

Eh già, infatti è proprio grazie alla fibra ottica che andiamo a parlare di banda ultralarga (ovvero una connessione con velocità in download da 100Mbps in su).

Scordati di andare a raggiungere grandi velocità con connessioni ADSL, WiMax o 4G/LTE.

Sebbene possa sembrare di raggiungere forti velocità con il 4G/LTE non dimenticare che al momento (e anche in futuro) non esistono connessioni flat, ovvero a GB illimitati. Una volta che hai finito i tuoi GB mensili la connessione si interromperà fino alla fine del mese oppure navigherai alla ridicola velocità di 32/64kbps (con la quale è già tanto se riuscirai ad inviare dei messaggi di solo testo su WhatsApp).

Il WiMax non ha mai veramente preso piede e in ogni caso non offre grandi velocità. Le offerte in genere mettono a disposizione un massimo pari a 30Mbps in download e 3Mbps in upload, sebbene difficilmente queste velocità vengano raggiunte in quanto trattandosi di un segnale wireless molteplici possono essere le cause di disturbo che vanno ad influenzare la qualità del segnale. Inoltre l’antenna installata a casa vostra deve essere visibile in linea d’aria con il ripetitore WiMax più vicino o altrimenti non è possibile attivare la linea. In genere sono installati sulla sommità delle montagne o sui tralicci televisivi.

In Italia i principali operatori WiMax sono Eolo e Aria.

 

Come avere una connessione Internet estremamente veloce

Antenna Eolo installata sul tetto di un cliente.

 

Il problema dell’ADSL

Invece il grande problema dell’ADSL è l’ultimo miglio. Dalla centrale telefonica partono decine di migliaia di cavi in rame (il cosiddetto doppino telefonico, composto da un cavo rosso e uno bianco, attorcigliati) che arrivano fino alle case servite dalla centrale stessa. I cavi viaggiano uniti inseriti a loro volta in altri cavi chiamati multicoppia che contengono decine o centinaia di doppini telefonici che vanno verso gli armadi ripartilinea e successivamente verso i condomini.

 

Come avere una connessione Internet estremamente veloce 2

 

Tornando a parlare del problema dell’ultimo miglio, i cavi che vanno dalla centrale fino alle case, come già detto, sono in rame e questo mette in campo diversi problemi. Primo fra tutti è la distanza tra la centrale e l’utenza, più questa distanza è grande e più va a perdersi il segnale lungo il cavo, ovvero aumenta man mano il rapporto segnale/rumore. Quindi all’aumentare della distanza il segnale diventa sempre più disturbato e questo va a compromettere negativamente la qualità e velocità della connessione.

 

Come avere una connessione Internet estremamente veloce 3

 

Il secondo problema si chiama diafonia, ovvero sono tutte quelle interferenze che vanno a crearsi fra il tuo doppino telefonico e quelli vicini. Per cercare di ridurre la diafonia il doppino telefonico viene intrecciato, ma ciò non è del tutto sufficiente ad evitare le interferenze. Anche questo è un fattore che va ad influire negativamente la velocità della connessione.

Terzo e ultimo problema è dato dal fatto che la rete telefonica italiana di Tim (ex Telecom) è piuttosto datata e la maggioranza dei doppini sono stati posati intorno agli ’60/’70 e quindi la rete in rame è piuttosto obsoleta, avendo come risultato in alcuni casi cavi in rame marci o corrosi che non sono stati sostituiti dalla Telecom a causa di politiche economiche. Di conseguenza anche questo fattore va ad influenzare negativamente la velocità della connessione.

L’ADSL nella sua ultima evoluzione viene chiamata ADSL2+ e ha da standard velocità massime teoriche pari a 24Mbps in download e 3Mbps in upload, sebbene il massimo che sia possibile trovare in Italia sia di 20Mbps in download e 1Mbps in upload. Inutile dire che difficilmente queste velocità vengono raggiunte ad eccezione di rari casi.

 

Parliamo ora invece delle principali tecnologie di connettività in fibra ottica.

Sono due, ovvero la FTTC e la FTTH.

Cosa significano queste sigle?

 

Come avere una connessione Internet estremamente veloce 4

 

FTTC

FTTC significa Fiber To The Cabinet (chiamata anche VDSL, ovvero Very-high-bit-rate Digital Subscriber Line) e vale a dire che dalla centrale partono dei cavi in fibra ottica che vanno verso degli armadi ripartilinea particolari (foto ↓), da questi armadi fino alle varie utenze la linea poi viaggia attraverso i soliti doppini in rame. In pratica questo cosa significa? E’ come se la centrale fosse stata spostata proprio sotto casa tua, l’armadio ripartilinea è come se diventasse la centrale e quindi la tratta in rame rimanente fino a casa tua è molto corta (nell’ordina di qualche manciata di centinaia di metri). Quando fai il passaggio dall’ADSL alla FTTC il tuo tratto in rame dalla centrale fino all’armadio rimarrà inutilizzato in quanto lungo quel tratto verrai spostato sulla fibra. Infatti si tratta di un cavo in fibra con velocità in download di 1 o 2Gbps condiviso tra i vari utenti di quello specifico armadio. Nel caso di una connessione ADSL l’armadio ripartilinea è componente della rete passivo, ovvero non alimentato da corrente elettrica, vi sono solo le varie giunzioni dei doppini telefonici). Invece nel caso della FTTC la parte superiore dell’armadio ripartilinea (chiamata ONU) è a tutti gli effetti un componente attivo in quanto è alimentato da corrente perchè contiene dei dispositivi di rete che servono a ricevere la linea in fibra, smistarla tra le varie utenze e riconvertirla in linea analogica verso i doppini telefonici in rame verso le utenze.

 

Come avere una connessione Internet estremamente veloce 5

Armadio ripartilinea TIM con ONU installata sopra.

 

L’aspetto negativo della FTTC è che non è una vera e propria connessione in fibra, o almeno lo è ma solo nel tratto dalla centrale fino all’armadio, per il resto si viaggia sul solito vecchio, amato rame. Indi per cui la FTTC condivide gli stessi problemi dell’ADSL, ovvero man mano che aumenta la distanza tra l’armadio e casa tua la connessione degrada, la diafonia tra il tuo e gli altri doppini e l’età e lo stato del cavo telefonico. C’è da dire però che negli ultimi tempi sta nascendo una tecnologia chiamata Vectoring che dovrebbe andare in parte a risolvere il problema della diafonia.

Passiamo ora alle prestazioni di una linea FTTC. Al momento in Italia si trovano offerte che sfruttano la VDSL2 (la VDSL offriva 30/50Mbps in download e 3Mbps in upload) e rendono disponibili 100Mbps in download e 20Mbps in upload. C’è inoltre da dire che stanno anche iniziando a comparire offerte che sfruttano la più recente VDSL2-V+ e che forniscono 200Mbps in download e 30Mbps in upload.

 

FTTH

E ora signori, andiamo a prendere in esame il real deal, la vera fibra ottica: la FTTH.

FTTH significa Fiber To The Home, e come si può intuire dal nome è il tipo di connessione che fa uso di un cavo in fibra dalla centrale fino a casa tua. Questo è il miglior tipo di connessione Internet che esista, senza se e senza ma. Il motivo è molto semplice, trattandosi di un cavo in fibra ottica si vanno ad eliminare alla radice tutti quei problemi che affliggono l’ADSL e la VDSL in quanto il segnale risente molto poco della lunghezza del cavo, la diafonia in quanto non viaggiando segnali elettrici bensì luce non c’è il minimo disturbo tra il tuo cavo e quelli adiacenti e infine non c’è il rischio che il cavo marcisca o si corroda. Inoltre al contrario del rame, con la fibra ottica è possibile aumentare le velocità di connessione andando a sostituire gli apparati ai capi del cavo, con apparati più evoluti, senza dover andare a sostituire tutti quanti i cavi in fibra. Al momento in Italia il massimo ottenibile in FTTH è 1Gbps in download, in futuro diventeranno 2.5Gbps, 5Gbps e 10Gbps (a Milano ci sono già una manciata di aziende che possiedono una connessione alla folle velocità di 10Gbps fornita da Vodafone). Passiamo ora all’unico svantaggio della FTTH: è accessibile a pochi fortunati. Al momento in Italia è disponibile solo nelle grandi città e in alcune zone di un certo numero di città selezionate in cui farà il suo ingresso in scena nei prossimi anni (Alessandria, Bergamo, Brescia, Catania, Como, Ferrara, Livorno, Padova, Perugia, Pescara, Pisa, Rimini, Salerno, Siracusa, Taranto, Verona, Udine), per tutti quelli che abitano nei centri più piccoli si prospettano tempi di attesa molto lunghi (e in alcun casi addirittura non arrivare mai).

 

Come avere una connessione Internet estremamente veloce 6

Cavo in fibra ottica.

 

Le opzioni a disposizione

Ora andiamo a vedere quali sono le possibilità a tua disposizione per mettere su una rete a banda ultralarga a casa tua.

Il primo passo è quello di andare nei siti dei principali operatori italiani e fare un check per verificare da quale tipo di tecnologia sei raggiunto (FTTC/FTTH).

Ecco quindi i link per verificare la copertura fibra dei maggiori operatori:

TIM offre velocità pari a 100/20 (o 200/20 quando è disponibile la VDSL2-V+) in tecnologia FTTC e 1000/100 in FTTH.

Vodafone offre velocità pari a 100/20 (o 200/20 quando è disponibile la VDSL2-V+) in tecnologia FTTC e 1000/200 in FTTH.

Fastweb offre velocità pari a 100/20 (o 200/20 quando è disponibile la VDSL2-V+ in tecnologia FTTC (viene chiamata FTTS da Fastweb) e 1000/200 in FTTH.

 

E se non sono raggiunto?

Se hai fatto le verifiche di copertura e non sei raggiunto dalla FTTC/FTTH non devi alzare subito bandiera bianca. A meno che non abiti in un paesino di 500 anime lontano da centri importanti esiste la concreta possibilità che verrai raggiunto dalla fibra in tempi ragionevoli. Puoi comunque fare un check su Banda Ultra Larga | Strategia per la crescita digitale e FibraClick per verificare quando verrai eventualmente coperto. In particolare con FibraClick puoi controllare quale velocità arriva (100M/200M), e se vi sono upgrade, ad uno specifico armadio ripartilinea semplice inserendo il numero nero con sfondo giallo che trovi impresso sull’armadio. In ogni caso, leggi il prossimo paragrafo per sapere che cos’è Open Fiber e perchè dovrebbe interessarti.

 

Open Fiber

Open Fiber è un consorzio che ha come obiettivo quello di andare a coprire l’intero territorio italiano con la fibra ottica per portare la banda ultralarga a tutti. Open Fiber si occupa esclusivamente di connessioni con tecnologia FTTH. Non lavora come operatore (non puoi quindi fare un abbonamento fibra direttamente da Open Fiber) bensì si occupa del mercato all’ingrosso della fibra (chiamato anche wholesale) per gli operatori. Qui la lista degli operatori che comprano la fibra all’ingrosso di Open Fiber. Le città in cui la rete di Open Fiber è già presente ed operativa sono Bari, Bologna, Cagliari, Catania, Firenze, Genova, Napoli, Milano, Padova, Palermo, Perugia, Torino e Venezia. Qui invece puoi verificare se sei coperto dalla fibra di Open Fiber.

 

Come avere una connessione Internet estremamente veloce 7

 

Conclusioni

Al momento in Italia sono attive poco meno di mezzo milione di linee FTTH (sia di privati, che aziendali che di istituzioni). All’incirca 300.000 di queste sono nella provincia di Milano.

Come copertura FTTC invece al momento circa 14,5 milioni di indirizzi sono coperti (questo non vuol dire che siano effettivamente attive 14,5 milioni di linee FTTC), e di questi circa 6 milioni sono in VDSL2-V+.

 

Come avere una connessione Internet estremamente veloce 11

Cartina che rappresenta la penetrazione delle linee fibra (FTTC/FTTH) nelle regioni italiane.

 

C’è ancora moltissimo lavoro da fare per portare la banda ultralarga agli italiani e il governo dovrebbe investire decisamente di più su questa tecnologia. Per fortuna c’è Open Fiber che cerca nel suo piccolo di fare la differenza.

Il governo italiano ha approvato una strategia per la banda ultralarga con la quale intende coprire l’85% della popolazione con connessioni pari a 100Mbps e superiori entro il 2020 e, sempre entro lo stesso anno, coprire il 100% della popolazione connessioni ad almeno 30Mbps. Un piano ambizioso, bisognerà però vedere se effettivamente il governo sarà il grado di mantenere questa promessa.

Concludo l’articolo mettendo tre diversi tipi di linea a confronto, prendendo come risultati dei test fatti su Speedtest.net, ovvero una connessione ADSL, una FTTC e una FTTH.

 

ADSL

Come avere una connessione Internet estremamente veloce 8

FTTC

Come avere una connessione Internet estremamente veloce 9

FTTH

Come avere una connessione Internet estremamente veloce 10

Speedtest effettuati da Fabrizio Rocca.

 

Come potrai notare dai test, al passare verso una migliore tecnologia di trasmissione non solo migliorano drasticamente le velocità di download/upload, ma ne risente anche positivamente il ping che nella FTTH è di addirittura solo 2 millisecondi! (Notare poi il “Faster than 99% of IT” 😀 ).

Spero che l’articolo sia stato abbastanza esaustivo nello spiegare bene e in maniera semplice che cos’è una connessione in fibra ottica, le varie tipologie e i benefici che offre.

Per tutte le domande o dubbi puoi scrivermi un commento qui sotto ↓.



8 commenti

Livio · 08/04/2018 alle 13:24

Ottimo ed esaustivo, complimenti

Florinda Squillante · 06/04/2018 alle 15:55

grazie per il chiaro aiuto

Gaetano Squillante · 06/04/2018 alle 9:23

Ottimo, l’articolo. Chiaro, esaustivo e ben scritto, capace di “raggiungere” anche i non “tecnici”, ancorché appassionati). Ti seguirò convinto che farai sempre di più e sempre meglio: “ad maiora semper” ed AUGURISSIMI per la vita.

Alberto · 05/04/2018 alle 16:55

Wow! Grazie mille!
Articolo assolutamente dettagliato e anche di facile comprensione, spero anche io di poter avere una ftth a casa mia come te un giorno

    Fabrizio Rocca · 05/04/2018 alle 17:22

    Prego, lieto che ti sia stato utile.
    E’ da pochi mesi che mi sono trasferito a Milano, nella precedente città ho dovuto sorbirmi per molti anni una ADSL 20Mbps con 9Mbps effettivi (successivamente aggiornata a FTTC con 96Mbps effettivi).
    Spero che anche tu possa usufruire di una connessione FTTH quanto prima possibile!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *